Oli essenziali

Erbe Medicinali (Fitoterapia)

Oli essenziali in aromaterapia

Quando decidiamo di usare gli oli essenziali, dobbiamo innanzitutto rivolgerci a persone competenti, mai farse delle autodiagnosi e usarne in maniera moderata.

L’ aromaterapia, oltre alla cura della persona è utile anche in casa, per pulire, disinfettare le stanze ecc. 

Gli oli possono essere usati tramite inalazioni, suffumigi, bagni, massaggi, frizioni, pediluvi e applicazioni in loco.

Gli oli essenziali hanno principi attivi molto concentrati e vanno usati solo se diluiti; sicuramente perciò per fare un bagno bisognerà usare qualche goccia in più che se si fa un pediluvio; alcuni oli hanno una tossicità bassa altri invece più alta.

La miscelazione serve per accentuare l’effetto di quell’olio ma non è indispensabile, alcuni fra loro infatti non vanno ‘accordo e si rischia solo di annullare gli effetti senza alcun beneficio.

Tuttavia bisogna sempre ricordare che al massimo possiamo mescolare 3 o 4 essenze, le miscele vanno conservate in boccette di vetro scuro, su di essa apporre un’etichetta con data di preparazione e contenuto, usare oggetti e utensili puliti durante la preparazione.

Massaggi con oli essenziali

Gli oli vengono spesso impiegati tramite massaggi che ci danno beneficio sia a livello fisico che psichico, stimolano la circolazione sanguigna e il ricambio della pelle, alleviano disturbi e dolori.

I massaggi si sostanziano in tre movimenti:

  • sfioramento,
  • impastamento,
  • frizione.

Con lo sfioramento si inizia e si conclude un massaggio, similmente ad una carezza; con l’ impastamento si distendono i muscoli, le mani massaggiano i tessuti morbidi; la frizione invece serve per penetrare più a fondo nei tessuti muscolari, con le dita che premendo arrivano fino alle ossa.

Si può ricorrere anche all’automassaggio, purchè si faccia in un ambiente caldo, luci soffuse, atmosfera tranquilla e rilassante.

I movimenti si concentrano soprattutto su viso, collo e spalle, le dita lavorano molto a livello intramuscolare della zona spalle-collo e alleviano la tensione.

Attraverso una pressione sul petto, in modo vigoroso e disegnando con la mano dei cerchi, alleviamo disturbi respiratori.

Massaggiando dal ginocchio verso la caviglia con il palmo della mano, alleviamo anche i dolori alle gambe, dovuti alle vene varicose.

Gli oli vanno prima diluiti in un olio veicolo, olio di mandorle, di jojoba, di germe di grano, d’oliva, di nocciole, di girasole, di avocado; 8-10 gocce di olio essenziale in olio veicolo, in alternativa in crema a base di vasellina.

I suffumigi, bagni di vapore, inalazioni

I suffumigi con gli oli sono usati per le affezioni alle vie respiratorie, ma anche per ansia e stress; utili anche i bagni di vapore, per la pulizia dei pori della pelle e curare altri disturbi, per circa un quarto d’ora.

I bagni di vapore sono sconsigliati per chi ha la pelle secca e delicata, chi soffre di cardiopatie e asma, capillari fragili.

Le inalazioni non richiedono le miscele.

I bagni con gli oli essenziali

Gli oli possono essere usai sia per i bagni completi che per abluzioni limitate ad esempio a mani e piedi; per preparare un bagno, riempiamo una vasca d’acqua con temperatura non superiore ai 32° C, quindi diluire gli oli direttamente oppure tramite un cucchiaio di latte o di olio di germe di grano.

Possiamo anche aggiungere l’olio essenziale ad una modesta quantità di bagnoschiuma liquido neutro. Per i pediluvi, riempire una bacinella con acqua a 30-32° C, unire e mescolare l’olio aromatico, circa 8-10 gocce.

L’olio essenziale unito ad acqua calda può essere usato anche per applicazioni locali, tramite una garza sterile, per dolori muscolari, contusione e altro.

Mescolati con un olio veicolo, gli oli essenziali sono utili anche per la cosmesi e sono ottime maschere viso; i veicoli migliori sono yogurt per la pelle grassa e il latte intero per quella secca.
Poiché queste maschere possono risultare un po’ liquide, possiamo aggiungere anche avena, farina di riso o mandorle tritate.
Dopo la maschera, la pelle va pulita bene con batuffoli di cotone e sciacquata con acqua tiepida.

Gli oli essenziali possono essere anche bruciati negli appositi bruciaprofumi, messi nell’umidificatore o nella vaschetta del radiatore.










Contatti: info@erbecurative.com