Alimentazione

Erbe Medicinali (Fitoterapia)

Principi di una sana laimentazione

A partire dagli anni 90 in Italia sono cambiate molto le nostre abitudini alimentari, il modo di consumare il cibo, sempre più in fretta oramai.

D’ altronde sono cambiate le abitudini: i ritmi di vita modificati radicalmente con l’aumento del pendolarismo, il traffico caotico, la crisi economica, attività lavorativa più sedentaria, ci portano a consumare cibi semplici e veloci e non esistono più divisioni tra pasti e spuntini.

Solo la cena e la prima colazione sono ancora un rito, mentre il pranzo è sempre più legato all’orologio per chi lavora.

Paradossalmente il consumo di cibo è aumentato di 32 chili pro capite, compriamo molto di più di quanto effettivamente ci occorre.

C’è stata anche un’evoluzione del gusto, per cui si consumano molto di più frutta e verdura, carni bianchi e cotture essenziali, minestre a base di legumi, prodotti light e biologici. 

Infatti circa il 40% dei consumatori sceglie prodotti light perché non fanno male, il 38% l’apprezza perché naturale, il 30% perché leggero e digeribile. 

I mass media hanno contribuito nel diffondere informazioni su una buona e sana alimentazione e contro le cattive abitudini alimentari; di converso le industrie alimentari hanno dovuto adeguarsi e ora realizzano prodotti più salutari,alimenti in cui i grassi sono ridotti.

I grassi vengono sostituiti con addensanti che trattengono l’acqua, così si riducono le calorie fino al 30% rispetto al prodotto originale. Per i dolci lo zucchero è sostituito con dolcificanti, modificando gusto e consistenza dei prodotti.

In italia le famiglie che acquistano prodotti light sono ancora poche, soprattutto appartengono ad una fascia di persone neolaureate, giovani, dal reddito medio, che acquistano nei supermercati del nord. Nel sud si continuano a mangiare prodotti regionali, in particolare salumi e formaggi. 

I cibi leggeri però se consumati in maniera eccessiva possono procurare conseguenze non troppo positive, in particolare ne risente l’apparato digerente con dolori di pancia, gonfiori intestinali, difficoltà digestive.

Bisogna fare attenzione agli snack, buoni ma troppo calorici e ricchi di conservanti, coloranti e altre sostanze chimiche.

Nonostante i tempi siano cambiati, i prodotti naturali della nostra dieta mediterranea rimangono da prediligere per una sana alimentazione, contengono tutti i principi nutritivi di cui abbiamo bisogno.

Attenzione anche alla scelta dei contenitori per la cottura dei cibi, pentole e recipienti che sono importanti anche per mantenere i livelli nutrizionali del cibo durante la sua cottura. 

L’alluminio ha un’ottima conducibilità termica per cui, i tempi di cottura si riducono ma distrugge la vitamina C e cedono particelle di metallo.

Le pentole e i tegami in acciaio inox conservano di più il calore, distruggono meno vitamina C dagli alimenti, durano a lungo.

Le pentole antiaderenti, che contengono sul fondo una pellicola di teflon, consentono di cucinare consumando poco olio e grassi; quando superano i 250° il teflon si decompone, durano comunque molto poco.

Tra i metodi di cottura più salutari c’è la bollitura, con l’unico inconveniente che è quello della diluizione di Sali minerali e vitamine; per evitare ciò le verdure andrebbero prima scottate, così gli enzimi responsabili della decomposizione delle vitamine vengono inattivati.

La pentola a pressione fa risparmiare tempo ed energia, salvaguarda inoltre le vitamine ma non le proteine. Un tipo di cottura antico è quello sotto sale, il pesce o la carne vengono ricoperti completamente dal sale: la pietanza cuoce utilizzando la sua stessa acqua, le sue proprietà non si disperdono.





Argomenti relativi a Alimentazione:

Acqua
Quello delle acque potabili sarà un problema consistente e che interesserà a breve il nostro futuro. Ogni italiano consuma, procapite, 215 litri di acqua a l giorno, di cui solo il 2% viene bevuto mentre il restante va a finire nelle fognature con tonnellate d...

Additivi chimici
Con il DM 209/1996, attuativo di alcune direttive comunitarie, molti additivi, che in precedenza non potevano essere utilizzati, si possono aggiungere nella panna, nella birra, in alcuni frutti freschi come banane e arance. L’ OMS considera , molti di questi additivi, perico...

Alimentazione bambini
L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale sin da quando viene concepita una vita, la madre infatti dovrà fare molta attenzione alla sua alimentazione. Dopo la nascita, il latte materno, costituisce il primo “cibo” del bambino, i suoi grassi insaturi aiut...

Arancia
Le arance sono conosciute per la ricchezza di vitamina C. Anche se non è l’unico frutto a contenerla ma possiede la capacità, a differenza degli altri, di creare un equilibrato mix di vitamine e altre sostanze che le rendono migliori di qualsiasi medicinale e fondament...

Carne, uova e pesce
Nonostante le abitudini alimentari stiano cambiando a favore di una dieta diversificata in cui non si consumi carne in eccesso, l’italiano medio preferisce il pesce e consuma carne due volte alla settimana. La carne non è cancerogena di per sé, a differe...

Cereali
I cereali sono un alimento indispensabile per l’uomo, le popolazioni asiatiche, africane e sudamericane sono quelle che maggiormente consumano questi semi, circa il 70-80% contro i nostri 40-50%. I nutrizionisti ritengono che almeno il 60% dell’apporto calorico ...

Dieta
Le pesanti rinunce alimentari possono provocare gravi carenze nutrizionali, causare gravi malattie. Da alcune indagini è emerso che solo 3 donne su 10 sanno seguire una corretta alimentazione, a soffrire di questi disturbi sono soprattutto le adolescenti e ciò si rip...

Fibre
Per fibra si intende, tutto ciò che di origine vegetale non è digeribile dall’organismo; la fibra vegetale si distingue in solubile e non. La fibra solubile è costituita da idrati di carbonio, molecola base di alcuni zuccheri,...

Infezioni alimentari
Più di un milione e mezzo di persone, ogni anno, vengono colpite nel nostro Paese da malattie di origine alimentare, circa 2000 ne morirebbero. Si tratta di nuove epidemie causate da alcuni batteri come la Salmonella enteriditis, Listeria monocytogenes, Escherichia Coli, Vi...

Latte, burro, formaggi e yogurt
Il latte è un cibo completo, ha un elevato valore nutritivo e fissa il calcio nelle ossa. Il calcio è importantissimo per il nostro organismo, controlla i processi di coagulazione, la crescita e la contrazione dei muscoli, regola le funzioni nervose, la formazione e ...

Mela
La mela è molto utile alla salute, infatti essa se viene mangiata cruda ci aiuta contro le diarree e la sua buccia aiuta a regolarizzare l’intestino, è ricca di acido malico e di tannino e per questo viene considerata la regina della frutta. I suoi elementi pos...

Olio, vino e bibite
L’ Italia è famosa nel mondo per la produzione di vino e olio d’oliva, tra l’altro quest’ultimo si è iniziato a produrlo più di 3000 anni fa ed ha contribuito, insieme al vino, a far appunto parlare di noi e della nostra dieta mediterranea. ...

Pesticidi
Li troviamo purtroppo in molti alimenti e soprattutto nella frutta e nella verdura e, se ben il 70% delle patologie moderne dipendono da motivi ambientali, forse non sarebbe errato chiedersi se le due cose siano correlate. L’Italia è al 5° paese nel mondo per il c...

Uva
La principale funzione dell’ uva è quella di bloccare i radicali liberi all’interno dell’organismo, infatti il consumo di questo frutto alza la concentrazione di polifenoli plasmatici, in grado di svolgere un’azione antiossidante. Svolge anche...

Verdura
Le verdure sono ricche di fibre e Sali minerali, il cavolfiore in particolare è utilizzato nella prevenzione del cancro. Sono introdotte nella dieta alimentare già dal 5 mese di nascita del bambino e sono ricche di sostanze nutritive. Le verdure aiutano a mante...

Vitamine
Le vitamine sono micronutrienti, insostituibili nel mantenimento dei delicati e complessi equilibri alla base del nostro benessere. Il fabbisogno di queste sostanze varia in base al sesso, età, allo stile di vita. Le donne hanno più bisogno di vitamine a causa...






Contatti: info@erbecurative.com